Affitto di poltrona, cabina o postazione per acconciatori, barbieri, parrucchieri, estetisti e tatuatori

Descrizione dell'attività
Cos'è: 

Affitto di poltrona o cabina per acconciatori, barbieri, parrucchieri ed estetisti

Con la denominazione di "affitto di poltrona, cabina o postazione" si vuole fare riferimento ad uno specifico contratto in base al quale un titolare di salone di acconciatura, di centro estetico o di attività di tatuaggi e piercing concede in uso una parte dell’immobile nel quale viene esercitata la propria attività imprenditoriale, con le eventuali attrezzature pertinenti, ad un altro soggetto che, in veste di imprenditore in possesso dei requisiti professionali richiesti dalla legge, esercita la propria impresa nei locali concessi in affitto dietro pagamento di un determinato corrispettivo. 
Tenuto conto delle differenti caratteristiche organizzative delle treattività in esame, il contratto può essere denominato:
  • come affitto di "poltrona" con riferimento all’attività di acconciatore
  • come affitto di "cabina" con riferimento all’attività di estetista
  • come affitto di "postazione" con riferimento all’attività di tatuatore e piercing

Ciò che mette in pratica il concedente non si configura come affitto di ramo d’azienda, ma semplicemente come un affitto di porzione del locale ed eventualmente anche di parte delle attrezzature.

Questo fenomeno non ha ancora una sua regolamentazione normativa specifica, né nazionale né regionale, ma non esistono divieti in tal senso a livello normativo, purché vengano rispettati i requisiti strutturali ed igienico-sanitari previsti dalle disposizioni legislative e regolamentari vigenti.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Per svolgere l’attività è necessario presentare SCIA per affitto di poltrona o cabina al SUAP.

.:: Copyright© GLOBO srl - C.F. e Partita IVA 02598580161 - All rights reserved ::.

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits